mercoledì 5 giugno 2013 – Riflettori accesi mercoledì sera sul campo di Bergamo del quartiere Monterosso, dedicato a Piermario Morosini, per l’amichevole tra LIVE Team e Monterosso United. Una partita che ha sancito ufficialmente il gemellaggio tra la squadra degli amici del «Moro» e la nostra associazione benefica. Nella squadra di Live Team – scesa in campo con la maglia “ciao Moro” gentilmente offerta dallo sponsor Sport 3000 Pavia – erano presenti vari Testimonial tra cui Ermanno Fumagalli (portiere dell’Avellino), Massimo Gotti (difensore della Ternana) e Matteo Piccinni (difensore del Padova) mentre nello United hanno giocato l’ex Parma e Livorno, nonché Campione del Mondo 2006, Simone Barone e l’attaccante ex Lazio, Bernardo Corradi, entrambi con la maglia numero 25.
L’amicizia tra il quartiere di Monterosso e Live Onlus è nata mesi fa quando si è deciso di condividere alcuni progetti di beneficenza, prevenzione, e ricordo. Proprio in occasione di questa partita sono state donate alcune magliette che verranno piazzate al più presto in asta. L’obiettivo di questo gemellaggio è proprio quello di impegnarsi a diffondere anche fra le squadre amatoriali la cultura della prevenzione e della sicurezza. Proprio due settimane fa sul campo dedicato a Piermario Live ha donato il 41esimo defibrillatore dopo aver supportato anche i corsi di “Life Basic Support” di 34 persone fra allenatori, dirigenti, e giocatori.

Già dalla prossima stagione il Monterosso United, prima di ogni partita ufficiale di campionato, consegnerà alla squadra avversaria un gagliardetto speciale di Live Onlus e del materiale informativo per promuovere al massimo la presenza degli apparecchi salvavita nelle scuole e dentro gli impianti sportivi. La scuola calcio e i pulcini del Monterosso, invece, ricordano Mario e promuovono il progetto di Live indossando la fascia “Ciao Moro” che portano al braccio diversi capitani di Serie A e B.

Queste le pagelle del LIVE TEAM, per una serata indimenticabile:

> Fumagalli: inizia in porta, poi si sistema sulla fascia sinistra. Come sempre preciso e puntuale. AUTORITARIO

> Matthias: sente la gara, altro che se la sente. Emozionato, non si fa trovare pronto su due bolidi da fuori area. SMALIZIATO

> Gritti: la fascia destra è la sua prateria: sforna cross e assist che è una meraviglia. PROFESSIONISTA

> Piccinni: si piazza in mezzo alla difesa, fa a sportellate con Corradi, non disdegna il lancio lungo. Una sicurezza. GLADIATORE

> Zala: premiato con la fascia di capitano è lui a sbloccare il match con una rete da cineteca in mezza rovesciata. ANTOLOGICO

> Gotti: pulito e preciso in ogni momento, il ragazzo mette in mostra la sua personalità, spingendosi anche in avanti per cercare la rete. PUNTUALE

> Simone: un pochino sovrappeso, fa valere la sua tecnica in mezzo al campo. Qualche giocata la fa, ma non incide più di tanto. IMPALPABILE

> Marco: si piazza sulla fascia destra, spinge e copre. PRECISO

> Francesco: il bomber napoletano fa ammattire la difesa avversaria. Puntuale in zona goal, fa sentire il suo peso in attacco. MATTATORE

> Mister Teo: azzecca la formazione iniziale e si gongola della vittoria. TECNICO